Claudio Turri

immagini da un diario

Più o meno le sette del mattino, fuori ancora solo luce artificiale. La mente affollata di pensieri dai contorni indefiniti, ma opposti al senso di marcia del treno diretto a Milano. Così tutti i giorni feriali, forse lo stesso vagone, la stessa gente, la stessa musica negli auricolari, gli stessi sguardi ormai familiari eppure estranei. Percezioni che rimbalzano da un sedile all’altro, da uno scompartimento all’altro. Il vagone procede facendo il minimo rumore, forse perché alzo il volume delle cose solo mie, e mi pare ancora di sognare.

Trenord 4dic14 #1

Trenord 4dic14 #1

2 pensieri su “Controcorrente

  1. lubia ha detto:

    forse perché alzo il volume delle cose solo mie, e mi pare ancora di sognare.
    stupenda Claudio!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: