Claudio Turri

immagini da un diario

A volte penso che, in fondo, sia meraviglioso tutto questo caos, il risultato confuso e imponente di quella che chiamano “democrazia digitale”. Che in realtà è anarchia, azzeramento di ogni regola, di ogni decenza, di ogni distanza. Uno tsunami silenzioso che travolge ogni significato. O ti lasci sommergere e annegare, oppure cerchi ciecamente la superficie, spendendo l’unica possibilità di sopravvivenza che potresti ancora avere.

Voglio semplicemente lasciare tracce che diventino scia leggera, come una chiocciola in cammino, senza aggiungere rumore. Nessuno se ne accorgerà.

 

3 pensieri su “A volte penso che…

  1. marzia ha detto:

    E ci sei riuscita..
    La tua delicatezza è fuori tempo, quasi appartenesse ad un’altra galassia, Claudio

    Piace a 1 persona

  2. marzia ha detto:

    Ops,
    Errata corrige
    “Riuscito”

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...