Caro diario…

Milano, 6 ottobre 2017.

Sono arrivato in treno. Per tutto il viaggio ho pensato velocemente al passato. Ogni stazione intermedia: un ricordo. Si pensa meglio soli nello scompartimento. Si può anche guardare gli altri e le cose, anche se apparentemente non succede nulla. Invece ogni elemento ha una propria posizione con il relativo significato, ogni gesto, ogni sguardo è ben definito dalla circostanza di trovarsi seduti, estranei e in movimento.

Persino ritornare può sembrare bello, riprendere il treno sentendosi come dentro un luogo familiare e in qualche modo accogliente.

Percepire lo stato interno e il desiderio di uscire dai propri confini, rimettere piede nel mondo là fuori.

Un pensiero riguardo “Caro diario…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...