La casa di un viaggio è la stanza d’albergo, dove nulla ha preso ancora la tua forma. Per un attimo pensi al Chelsea, a quel che dicono le canzoni. Lasci le tue cose sparse e chiudi gli occhi: sogni.

6 pensieri su “

    1. E’ un quadro, più che una foto. Non so come dire. La luce. E’ stagliante, netta. Ha più livelli, stratificazioni. Lo sfondo, una quinta vinciana, rinascimentale, toscana. L’interno potrebbe essere nel New England. Quella lampada puntata sul letto, sfumata, oscurata dalla luce naturale entrante, fantastica, piena di significati.
      Come già detto, questa è una di quelle foto narrano… Bellissima.

      Piace a 1 persona

      1. Grazie per tutte queste sensazioni, il tentativo mio è stato proprio quello di sovrapporre, solo con l’uso della luce, diversi piani di interpretazione di un luogo ordinario come può essere una camera d’albergo. In realtà sono i pensieri di quel momento il pennello che modifica e traduce elementi da offrire all’interpretazione….

        Mi piace

      2. Sì. Ma quel luogo ordinario e neutro, come tu stesso hai scritto, offre a chi lo abita anche solo per qualche ora, una notte, la possibilità di occuparlo, di espandersi e prendere forma al suo interno. Una forma nuova, magari, o temporanea. Perfettamente interpretata dal “sogno” (cit.). La coperta solo smossa e quella cartina, danno proprio un incipit: l’ospite è appena arrivato, si sta ambientando, sta assumendo una posizione e una proporzione nello spazio della stanza. La prospettiva, il punto di ripresa, la visione di un oltre, evidenziano la potenzialità e la magia di un atto come questo…

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...