cucina

stanotte ho dormito nel mio letto.

mi ha fatto bene.

ha piovuto, anche.

copiosamente.

vorrei pulire casa

abbandonata per mesi

passarla in ogni angolo

farla di nuovo mia.

la mia piccola casa, la mia tana.

i miei libri, i miei silenzi.

abbiamo sempre bisogno di un rifugio,

di riferimenti, punti d’appoggio.

stamattina va un po’ meglio.

pulire i mobili della cucina mi ha fatto bene.

anche dormire da solo.

qualcosa respiriamo sempre,

anche mentre dormiamo.

e a volte non ci fa bene.

oggi va un po’ meglio, sì.

domani rimonto la cucina.

Credits:

10 pensieri su “cucina

  1. Grazie, Claudio.
    Mi fa enorme piacere questa condivisione, questa risonanza. Immagini ispirano parole e viceversa. Elementi di contagio e contaminazione, complementari a volte.
    Da qualche giorno seguo, o forse soltanto immagino, un filo nelle tue immagini. Il ritorno, attraverso i luoghi, le stanze, i dettagli dell’interno di un appartamento, alla memoria di un’età, a un’epoca andata. Chiusa, già, perché col tempo è venuto a mancare chi ancora in qualche modo la teneva in vita, la faceva ancora pulsare, dentro di noi. Così l’occhio si posa su cose e ambienti con un distacco quasi fatale, il senso della perdita. Dell’altro e di una parte di sé, che davvero adesso non tornerà mai più. Il tornare, anche dovuto e doveroso, in quelle stanze (di casa e della memoria) diviene malinconico e a tratti doloroso. Ci si interroga sul senso di un’esistenza e di quel po’ che ci rimane.
    C’è qualcosa, credo, che accomuna e lega le mie parole di oggi – figlie di una presa di coscienza di oggi – alle tue immagini, a ciò che le tue immagini mi hanno comunicato. Il ritorno, quel sentimento di piacere misto a dolore, che dà ritrovare e disseppellire, anche solo per qualche istante, una parte di sé e un prima che in fondo non si rinnega, ma anzi, un po’ si rimpiange. E’ un sentimento che in determinate occasioni sento vibrare forte in me. Stamattina era una di quelle.
    Grazie ancora,
    Paolo

    Piace a 3 people

    1. Beh è meraviglioso trovare spazio per queste risonanze… Sono davvero sorpreso, leggendo le tue riflessioni, dalla profondità di queste contaminazioni. Anche se qualcuno sostiene che non esista un codice visuale come il linguaggio per le parole, io credo che le immagini abbiano un intervallo di codici possibili, una specifica ambiguità interpretativa, siano come le membrane dei tamburi, quando vengono toccate dalle parole. Vibrano in quello spazio immaginario, dubbioso, incerto ma possibile, come è quello emozionale, sentimentale, umano.
      Grazie a te,
      Claudio

      Piace a 2 people

      1. Credo quell’ambiguità interpretativa, quel vibrare indefinito e cangiante a ogni sguardo, sia l’energia catturata nelle immagini un’energia, la loro energia, pura. Un potenziale che si manifesta e concretizza in infinite forme interpretative. Le parole che ispirano sono una di quelle. Ma nell’immagine c’è sempre un nuovo incipit, una nuova esplosione pronta ad essere accolta e trasferita, codificata. Le immagini, quelle che nel venir fissate, rimangono libere (un bell’ossimoro questo), hanno questo potere, questo potenziale. Sono magma.
        Anche certe parole, nella poesia, hanno questo dono. E’ forse ancor più raro e difficile ottenere questo “miracolo” con la parola, ma in realtà è possibile.
        Ecco cosa mi piace della tua fotografia e della fotografia in genere, così come della poesia, di quella poesia.

        Piace a 2 people

  2. Metto tanti mi piace. Non perché non so cosa dire. Mi piace perché mi piace davvero tutto quello che avete scritto. Mi piace perché, dice Borges, “tali persone, che si ignorano, stanno salvando il mondo”. Mi piace perché nel modo che meglio vi riesce, un modo speciale, unico, un *vostro* modo, vi fate leggere e sentire e condividere, e lo fate senza paura, senza condizione. E chi vi legge, vi guarda, vi ascolta, dopo è sempre “un po’ migliore”. Grazie.
    Silvia

    Piace a 3 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...