Il profumo ancora si confonde con la luce, più invisibile di una piuma leggera che galleggia nell’aria, dolce veleno diluito infinitamente nella memoria.