Claudio Turri

immagini da un diario

Edinburgh, UK L’attività della gente in movimento confonde gli spazi urbani, distraendo il mio sguardo dalle cose. L’intreccio di azioni e intenzioni, le traiettorie e le distanze reciproche tra gli individui disegnano lo spazio in cui cerco curiosamente un motivo di interesse. Le relazioni sociali spesso viaggiano invisibili, simili ai pensieri inespressi, in uno spazio …

Continua a leggere

Edinburgh, UK Il centro commerciale polarizza le traiettorie della gente in movimento, addensa gli individui sui marciapiedi, sulle scale, all’interno dei negozi, con il potere di un demone invisibile. Finché qualcuno rompe l’equilibrio, con un gesto discreto e surreale. Un uomo in nero ha in mano un grosso fiore, che tiene alzato, potrebbe essere un’offerta, …

Continua a leggere

Edinburgh, UK Bastano pochi metri di elevazione, per guardare la città in altro modo. Si attenuano i rumori, quantomeno risultano indistinguibili da una qualunque altra onda sonora che si propaghi fino a quassù. Il ritmo è una questione di battiti, luminosi, a questa quota. Sono le piccole finestre accese che si spengono a turno, e …

Continua a leggere

Edinburgh, UK La moltitudine ascolta, applaude, sorride, assiste in silenzio, si accende d’entusiasmo. La musica è dovunque, ogni eco raggiunge gruppi diversi di persone che affollano le strade, stringendosi intorno agli artisti, sul palcoscenico dei viali chiusi al traffico. Il tempo rallenta, indefinitamente, sotto una pioggia di note. Un brano segue l’altro, alla fine gli …

Continua a leggere