Claudio Turri

immagini da un diario

…sento i tuoi vestiti di vetro e cemento che ad ogni passo mi sfiorano, mentre cammino e sto esaurendo il mio tempo. Devo lavorare, ho solo un minuto. Ancora per poco ti inseguo, mentre fuggi a te stessa attraverso i palazzi. Sei più bella al mattino, prima che il rumore confonda il tuo respiro leggero. Faccio deviazioni, passo accanto …

Continua a leggere

No 262

13 agosto 2013

No 262

Drunk at the bus stop

Milano, domenica d’agosto, ubriaco di caldo, c’è una vetrina proprio dietro il plexiglass della fermata…