La linea d’orizzonte è la conferma che esistono solo domande senza risposta. Fino al punto d’infinito, la superficie del mare, fremendo, allude a movimenti indescrivibili. Nessuna formula descriverà mai una sola emozione.

Anche quando guardo i miei passi, e le piastrelle che colorano il marciapiede, e il muro chiaro, le impronte di mille palloni, di mani sporche e di suole appoggiate, in realtà vedo ombre che si inseguono da questa parte a quella, più vive sullo schermo del muro che altrove, e vanno staccandosi da terra, fino aContinua a leggere