Claudio Turri

immagini da un diario

…sento i tuoi vestiti di vetro e cemento che ad ogni passo mi sfiorano, mentre cammino e sto esaurendo il mio tempo. Devo lavorare, ho solo un minuto. Ancora per poco ti inseguo, mentre fuggi a te stessa attraverso i palazzi. Sei più bella al mattino, prima che il rumore confonda il tuo respiro leggero. Faccio deviazioni, passo accanto …

Continua a leggere

Edinburgh, UK L’attività della gente in movimento confonde gli spazi urbani, distraendo il mio sguardo dalle cose. L’intreccio di azioni e intenzioni, le traiettorie e le distanze reciproche tra gli individui disegnano lo spazio in cui cerco curiosamente un motivo di interesse. Le relazioni sociali spesso viaggiano invisibili, simili ai pensieri inespressi, in uno spazio …

Continua a leggere

Edinburgh, UK I primi posti a sedere, al piano superiore di un bus, sono un vero privilegio, nelle ore di sole. Si può guardare frontalmente la città con quel lieve distacco che la modesta elevazione del mezzo consente. Ci si può persino abbandonare ai propri pensieri, con la sensazione che il benefico tepore luminoso, riflesso …

Continua a leggere

Edinburgh, UK La moltitudine ascolta, applaude, sorride, assiste in silenzio, si accende d’entusiasmo. La musica è dovunque, ogni eco raggiunge gruppi diversi di persone che affollano le strade, stringendosi intorno agli artisti, sul palcoscenico dei viali chiusi al traffico. Il tempo rallenta, indefinitamente, sotto una pioggia di note. Un brano segue l’altro, alla fine gli …

Continua a leggere