Claudio Turri

immagini da un diario

Più o meno le sette del mattino, fuori ancora solo luce artificiale. La mente affollata di pensieri dai contorni indefiniti, ma opposti al senso di marcia del treno diretto a Milano. Così tutti i giorni feriali, forse lo stesso vagone, la stessa gente, la stessa musica negli auricolari, gli stessi sguardi ormai familiari eppure estranei. …

Continua a leggere

Edinburgh, UK L’attività della gente in movimento confonde gli spazi urbani, distraendo il mio sguardo dalle cose. L’intreccio di azioni e intenzioni, le traiettorie e le distanze reciproche tra gli individui disegnano lo spazio in cui cerco curiosamente un motivo di interesse. Le relazioni sociali spesso viaggiano invisibili, simili ai pensieri inespressi, in uno spazio …

Continua a leggere